“Senza entusiasmo nulla riesce bene nell’arte” scrisse Robert Schumann nel 1845. Ed è stato proprio questo intenso sentimento che ha guidato e caratterizzato il concerto di Pasquetta 2018 della nostra Banda.

L’entusiasmo del debutto che ha visto gli allievi Andrea, Chiara, Emma, Thomas, Lavinia, Mattia, Andrea Sofia e Simona suonare accanto ai “grandi” della Banda e che li ha accompagnati nella loro la prima partecipazione ad un un vero concerto.

Cosa prova un giovane allievo del Corpo Bandistico che entra a far parte di una grande famiglia musicale  e che si ritrova a suonare proprio sotto gli occhi dei più grandi musicisti della storia dipinti sulla volta Chiosco della Musica ,che ha davanti il proprio Maestro e sta ancora imparando a conoscerne gesti, suggerimenti, sguardi? Emma, 12 anni, descrive così il suo primo concerto: “Per me è stata una grandissima soddisfazione suonare con un gruppo di persone con dei talenti meravigliosi: di sicuro ero agitata, ma è stata un’esperienza emozionante e indimenticabile. Il nostro Maestro è simpatico ma allo stesso tempo serio e determinato, mi trovo molto bene con lui”

C’è poi l’entusiasmo del ritorno alla musica dopo un periodo di assenza tutto dedicato a famiglia e lavoro: Anne e Daniela sono infatti due mamme clarinettiste rientrate in Banda  proprio in occasione di questo concerto.  “Tornare a suonare” racconta Anne “è stata per me una grande emozione. Il germe della musica ti rimane dentro e ad un certo punto della tua vita torna a fiorire. La voglia di suonare con gli altri diventa forte soprattutto se ad alimentarla è tuo figlio, neo musicista a cui devi questo risveglio. Non c’è emozione più grande che suonare accanto a lui!”

Spesso, come è successo al concerto di Pasquetta di quest’anno, il pubblico non si accontenta di stare seduto sulle sedie o in piedi nello spazio antistante il Chiosco ma circonda chi suona anche fisicamente affacciandosi all’interno delle balaustre della struttura che ospita la Banda.

Anche questa è emozione, è l’entusiasmo che viene trasmesso da chi suona verso chi ascolta.

E’ l’entusiasmo che ha portato il nostro Maestro Daniele Casazza a scegliere “Volare” di Domenico Modugno come brano di apertura. “Ho scelto questo pezzo che originariamente doveva intitolarsi ‘Nel blu dipinto di blu’, ma che diventa subito ‘Volare’, in un innovativo arrangiamento anche se armonicamente tradizionale: rompe gli schemi con un nuovo stile e si arricchisce di contaminazioni swing. Ciò che per generazioni ci ha accompagnato in verità nasconde, come tutte le cose semplici, una grande intuizione. Noi, quali interpreti e testimoni musicali del nostro tempo, abbiamo il dovere di raccontarlo…ancora”.

Al Concerto non è mancata nemmeno l’esecuzione di una meravigliosa Marcia Sinfonica dedicata ad una signora: composta dal Maestro Francesco Mercurio, considerato ormai un musicista interno della formazione musicale rapallese, “Annamaria” è il titolo del brano e porta il nome della mamma del musicista. La Marcia  è  strutturata con tre ritornelli in cui si alternano sax e clarinetti, tra melodie e contrappunto. Nelle sonorità più forti del brano il contrappunto è affidato alle trombe.

Un amico entusiasta per natura e commerciante di delizie da gustare, Guido Porrati, titolare della Bottega del centro storico rapallese “Parla come mangi” ha invece deciso da anni di seguire la Banda in maniera originale e coinvolgente dedicando un aperitivo di fine concerto, chiamandolo proprio “Aperibanda”, e di devolverne il ricavato sia al Corpo Bandistico “città di Rapallo” che ad un’altra importante realtà di volontariato della zona, il “Comitato per la Guardia medica pediatrica”, che da anni si impegna a raccogliere i fondi necessari a sostenere  il Servizio dedicato ai più piccini.

Il bel gesto di generosità di Guido ha permesso di raccogliere la somma di 452,12 € da dividere equamente tra le due associazioni. Tale ricavato servirà alla Banda per acquistare nuovi strumenti e alla Guardia Medica Pediatrica per continuare il suo lavoro.

Al via quindi una grande stagione musicale ricca di bellissimi presupposti: le energie e la voglia di fare ci sono tutte insieme a debutti e ritorni. Il tutto salutato da pieni consensi in una splendida giornata di festa.