1383221_578880022159407_549700839_nLo Statuto si compone di sei Parti così suddivise:

  • Parte Prima – Principi Generali
  • Parte Seconda – Ordinamento
    • Titolo I – I Soci e i Sostenitori
    • Titolo II – L’Assemblea dei Soci
    • Titolo III – Il Consiglio Direttivo
    • Titolo IV – Il Presidente
    • Titolo V – Il Maestro, il Vice Maestro, i Capobanda, i Musicanti
    • Titolo VI – La Scuola di Musica
    • Titolo VII – Il Collegio dei Revisori dei Conti
    • Titolo VIII – Il Collegio dei Probiviri
  • Parte Terza – I Mezzi e Beni di Sostentamento ed il Patrimonio
  • Parte Quarta – Modifiche dello Statuto
  • Parte Quinta – Scioglimento, Cessazione, Liquidazione
  • Parte Sesta – Disposizioni Transitorie e Finali

Nella Parte Prima la Commissione ha indicato i principi generali dell’Associazione tra cui lo scopo e le finalità dell’Associazione, affermando esplicitamente che “la vita e la gestione dell’Associazione sono basate sui principi fondamentali della democrazia, del pluralismo e della solidarietà sociale”.

La Parte Seconda prevede la definizione, i compiti le modalità di elezione di tutti gli organi dell’Associazione – l’Assemblea dei Soci, il Consiglio Direttivo, il Presidente, il Collegio dei Revisori dei Conti, il Collegio dei Probiviri – e di tutte le componenti artistche del sodalizio – Maestro, Insegnanti, Capobanda, Musicanti. Un titolo specifico è stato dedicato al fondamentale tema della Scuola di Musica.

La Parte Terza contiene le modalità di presentazione del bilancio annuale all’Assemblea e le modalità con cui l’Associazione reperisce le risorse economiche. La Parte Quarta specifica con quali modalità lo Statuto può essere modificato.

La Parte Quinta prevede precise indicazioni nell’ipotesi in cui l’Associazione dovesse essere sciolta, con particolare riferimento alla destinazione dei beni e del patrimonio dell’Associazione.

  Statuto

La revisione dello Statuto

L’attuale Satuto dell’Associazione Corpo Bandistico di Rapallo è il frutto di una profonda revisione, un processo iniziato nel febbraio 2010 che ha permesso la riscrittura del documento la cui versione precedente, risalente agli anni ’80, non era più in grado di soddisfare le nuove necessità dell’Associzione. La revisione è stata attuata da una Commissione – composta dai Soci Andrea Gatto, Corrado Castagneto, Francesco Angiolani, Giuliano Mini, Lorenzo Lanti, Monica Carzoglio, Paolo Marchi – istituita allo scopo.

La bozza di Statuto è stata oggetto di una specifica presentazione ai Soci avvenuta nel corso di una Assemblea Straordinaria indetta allo scopo e svoltasi il 20 dicembre 2011. Grazie alla presentazione, i Soci hanno avuto la possibilità di proporre osservazioni scritte che sono state lette e discusse dalla Commissione che ha provveduto, nei casi di accoglimento, a rivedere ed integrare il testo. Infine, una successiva Assemblea dei Soci, svoltasi il 23 gennaio 2011, ha definitivamente deliberato il testo che ha successivamente incorporato le osservazioni tecniche indicate dalla Regione Liguria ai fini dell’Iscrizione dell’Associazione nel Registro delle Organizzazioni di Promozione Sociale.